Via Breve n.2, 06063 Magione (PG) 338.5291744

Corso di Pianoforte / Tastiere

Pop, rock, jazz, funky, indie, latin, dance, blues...
la musica contemporanea ci propone un universo vastissimo!

Il nostro corso punta ad insegnare un metodo che consenta all'allievo di:

  • Comprendere
  • Analizzare
  • Riprodurre
  • Creare

Punto di partenza è quindi la competenza, punto di arrivo l'autonomia.

Aspetti generali del Corso Pianoforte / Tastiere

Dalla teoria tradizionale fino ai generi contemporanei

Suonare i generi contemporanei non significa ignorare le regole della teoria tradizionale, ma prendere da quel patrimonio di nozioni tutto ciò che ci serve per analizzare e apprendere stili che si sono evoluti per una via diversa dalla musica classica.

Importanza dell'ascolto

E' importantissimo imparare ad usare l'orecchio, guidato a riconoscere come le regole diventano musica: l'uso tecnico dell'orecchio è perfettamente complementare all'aspetto teorico, in quanto è nella corretta analisi dell'ascolto che le fredde informazioni prendono vita, e ciò costituisce uno stimolo all'approfondimento e allo studio impareggiabile.

Vastità del repertorio

Il materiale che si affronta è molto vasto: una delle idee portanti del corso è quella di usare strategicamente le diversità tra i generi per comporre un percorso graduale di apprendimento, che proceda di pari passo con l'istruzione teorica. In tal modo si affrontano forme musicali via via più complesse, e la crescita degli allievi, oltre che tecnica, investe anche il loro progressivo arricchimento di gusto e di interesse.

Impara con i tuoi autori preferiti

La scelta di artisti e brani è quindi totalmente flessibile, anche perchè gli allievi contribuiscono alla selezione; a titolo puramente esemplificativo possiamo indicare:

  • POP / ROCK: The Beatles, Dream Theater, Coldplay, Radiohead, Alicia Keys, Muse, Michael Jackson, Queen, Pink Floyd, Elton John, etc...
  • FUNK / DANCE: Stevie Wonder, Incognito, Jamiroquai, James Brown, Earth wind and fire, etc...
  • BLUES / JAZZ: Ray Charles, Scott Joplin, Oscar Peterson, George Gershwin, Duke Ellington, Herbie Hancock, Miles Davis, Keith Jarrett, Bill Evans,etc...

Livelli del corso

Proponiamo un percorso formativo-tipo organizzato in tre steps, tenendo conto del fatto che la lezione individuale consente naturalmente di concentrarsi sul singolo allievo, le sue passioni e necessità.

Principiante
Inizia il viaggio!

Contatto immediato con la musica: si suona subito, e si imposta un rapporto con lo strumento corretto e naturale. Si lavora all'indipendenza delle mani, e all'acquisizione di una sensibilità dinamica di base. Si apprendono i concetti di altezza del suono, divisione ritmica, si conosce il pentagramma e la lettura musicale. Si suona leggendo, ma anche ascoltando.

In questo senso verranno usati vari metodi per lo studio del pianoforte e delle tastiere, già accompagnati da un tempo di ascolto che prepara il terreno agli sviluppi futuri: si impara a riconoscere il suono degli strumenti, e a capire il ruolo del proprio nell'insieme.

In questa prospettiva è già possibile proporre i primi esperimenti in chiave pop, usando brani semplici e intuitivi, presi dai classici o anche dagli autori più attuali.

Intermedio
Moltiplicare le conoscenze al servizio della nostra passione per la musica

Completata l'istruzione musicale di base, si vira decisamente verso i generi contemporanei.

L'obiettivo è trasmettere all'allievo un metodo che gli consenta di analizzare correttamente il linguaggio degli stili studiati e fornirgli tutti gli strumenti teorici e tecnici necessari all'applicazione pratica di tali competenze con il proprio strumento. In questo senso lo studio teorico non è mai fine a se stesso, ma sempre finalizzato alla perfetta realizzazione dei brani prescelti.

Si affronta e si approfondisce lo studio del ritmo (fino ai patterns più avanzati) e dell'armonia:

  • Conoscenza degli intervalli
  • Concetto di tonalità e modalità
  • Formazione degli accordi, loro concatenazione e principali cadenze, conoscenza delle sigle
  • Scale maggiori e minori
  • Scale derivate dal sistema modale, loro uso in relazione agli accordi
  • Scale pentatoniche maggiori e minori, scale blues
  • Conoscenza delle principali strutture della musica pop, rock, jazz, funk, latin, dance, blues

Si applica immediatamente tutto ciò alla pratica, ascoltando dapprima con attenzione, e poi suonando generi diversi e brani di difficoltà progressiva, proposti dall'insegnante ma anche dagli allievi: in questo modo si coltivano nel modo migliore gli interessi dei ragazzi, e l'insegnante propone da parte sua nuovi stimoli, stili diversi, per arricchire al massimo la varietà delle conoscenze.

Si suona con l'aiuto di drum machine e basi musicali, che si preparano anche insieme, iniziando così ad utilizzare i software per la registrazione.

E' molto importante anche capire come varia (armonia, ritmo, timbro) il ruolo del piano e delle tastiere a seconda del genere musicale affrontato: parte del lavoro riguarda infatti l'integrazione con gli altri strumenti, che trova il suo compimento nella musica di insieme.

Avanzato
Conquistare l'autonomia

Consolidata una chiara visione di tutti i generi principali, è probabile che emerga una specificità negli interessi dei diversi allievi: l'obiettivo diventa quindi mettere a fuoco nel modo più chiaro il mondo musicale che si sta formando nei giovani musicisti, e sviluppare in quella direzione la loro ricerca e le loro capacità, per arrivare a vivere il rapporto con la propria musica nella maniera più appagante e autonoma.

I temi trattati possono quindi essere molto diversi, anche se spesso connessi. Ad esempio:

  • Specializzarsi in un determinato genere musicale
  • Avvicinarsi all'arte del jazz e dell'improvvisazione
  • Riuscire a comporre un proprio brano musicale
  • Personalizzare una canzone attraverso l'arrangiamento
  • Suonare e cantare
  • Tastiere e software
  • etc...

Per ogni argomento si partirà sempre dall'ascolto e analisi di artisti illuminanti, che possano insegnare tecnicamente, ma anche ispirare e ampliare le nostre prospettive attraverso, ad esempio, le mille vie delle attuali contaminazioni.

Alcuni contenuti teorici da sviluppare:

  • Armonizzazione della scala minore melodica ascendente, armonizzazione della scala minore e armonica. Uso dei relativi modi nella pratica armonica e improvvisativa.
  • Modi principali, scale esatonali, scale diminuite, loro uso nella pratica improvvisativa.
  • Accordi di 9°, 11°, 13°, accordi alterati, sostituzione di accordi.
  • Concetto di improvvisazione tonale e modale
  • Studio delle principali successioni armoniche in tutte le tonalità
  • Conoscenza delle strutture in uso nel jazz moderno
  • etc...

Dettagli del corso

LEZIONI

Una lezione individuale alla settimana, della durata di 45 minuti, da settembre a giugno.

SEDE E STRUMENTAZIONE

Le lezioni vengono svolte nei locali dell'Associazione culturale Doremilla.

Strumenti utilizzati: pianoforte, master keyboard 88 tasti, tastiere a 5 ottave, software Cubase, Nuendo, Garage Band.

MATERIALE NECESSARIO

Gli allievi necessitano di un pianoforte (si può agevolmente noleggiare), o di una tastiera.

Testi, dispense, basi musicali forniti dall'insegnante.

Insegnanti

Giovanni Tarquini

Pianista e tastierista di grande esperienza, ha saputo far confluire le sue competenze "live" e la sua ricerca musicale nell'attività di insegnante, ispirando negli anni la crescita di molti giovani artisti.

Lorenzo Biscarini

Pianista, arrangiatore, compositore, cantante... musicista completo, a suo agio in ogni contesto musicale, unisce a competenza e creatività un grande feeling nell'interpretare il suo ruolo di insegnante.

Galleria fotografica

Associazione Culturale Doremilla © 2013 All Right Reserved
Sito realizzato da Marco Panichi